Diy Christmas tree

8

Ci si aspetta sempre che cambiando casa si vada in una più grande, forse…ma non è sempre così. Quest’anno purtroppo non ho trovato nemmeno un angolino per poter mettere l’albero di Natale (perché ovviamente non mi accontento di un alberello). L’unica alternativa era inventarmi qualcosa per decorare quella parete da 3 metri e 60 dietro al divano…e così ho fatto!

Nulla di più semplice, basta addentrarsi in qualche campagna (io ho scelto un soleggiatissimo pomeriggio di novembre), trovare dei rami secchi e tagliarli a misura con una sega. Torni a casa bella carica, li leghi con uno spago, lo appendi con un tassello a parete ed il gioco è fatto!

Ecco un albero a costo ZERO! Ovviamente ho riciclato tutte le decorazioni degli anni passati…ma il risultato è…natalizio?

 

Aspettando Beatrice

8

Esiste un mestiere più bello del fotografare pancioni e neonati? No! A parer mio non c’è nulla di più piacevole.

Questa è la prima esperienza con due ragazzi che non conoscevo nemmeno di vista. Che dire…ho capito che “da grande” vorrò circondarmi di queste coppie. Ringrazio loro e chi in futuro magari me ne darà ancora la possibilità.

20 18 16 5 4 7

2

12 11 10 9 5 14

6

3 13

E’ tempo di lavanda

4

Non vedevo l’ora di poterla immortalare, non la collana, la lavanda…anche se onestamente il mio mazzo risale alla Fiera dell’Artigiano di dicembre. Per l’occasione ho creato un nuovo accessorio, disegnato interamente da me, pensato, progettato e modificato interamente da me. Una collana che terrò per me, perché spero che sia la prima di una lunga serie. Spero piaccia anche a voi come piace a me!

2

5 3

Tutorial _ orecchini all’uncinetto

Questo è il mio primo tutorial, ma visto che siete in molti a chiedermi il procedimento direi di partire dalla base.

foto1

1/2  gomitoli di cotone Cablerino 5

Uncinetto 1.25

Forbicine

Minuteria per orecchini: 2 gancini con farfallina o due monachelle, 4 anellini, 2 chiodini e 2 coppette (facoltative)

Tampone

Colla velo

Pinze

foto2

Iniziamo con la realizzazione degli orecchini. Io scelgo un colore giallo.

Partiamo con 6 catenelle che chiudiamo a cerchio. Proseguiamo con un giro da 12 maglie alte e successivamente 12 petali da 4 catenelle da agganciare alle 12 maglie alte appena fatte.

Abbiamo terminato la prima parte dell’orecchino. Tagliamo il filo.

foto3

Proseguiamo legando un filo di un altro colore (io vorrei creare un margheritina e scelgo il bianco), con un nodo ad un petalo qualunque facendo due giri di catenelle identici. Formiamo sempre 12 petali da 5 catenelle.

foto4

Il nostro manufatto è terminato.

Ora induriamo l’orecchino servendoci del tampone bagnato con della colla velo. Stendiamo gli orecchini ancora bagnati  (io ho creato un espositore riciclando una lastra di polistirolo da un imballo e puntando degli stuzzicadenti per appendere gli orecchini). Attendiamo almeno 2 ore e procediamo con il montaggio.

foto6

Servendosi delle pinze aggancio gli anellini, ad un’estremità inserisco il gancino, sull’altra appendo la pietra ricordando di infilare nel chiodino prima la coppetta poi la pietra.

foto7

E con questo abbiamo terminato, semplice no?

foto8

Ricetta per una colazione perfetta!

01

Non so voi, ma mi capita spesso di andare a letto pensando “non vedo l’ora che passi questa nottata per poter fare colazione”. Puntualmente accade il venerdì ed il sabato, perchè mi concedo più tempo, perchè è tutto rallentato e perchè…mangio come fosse l’ultima volta!

02

03

04

05

06

Ho sperimentato più volte la ricetta dei pancake, scaricata da diversi blog di cucina, rivisitata secondo i miei gusti, aggiungendo dei semi di lino perchè anche io, come tutte credo, mi faccio prendere da quegli articoli che recitano “10 alimenti che non possono mancare nella tua cucina” o “cosa mangiare per diventare magra, bella e campare in salute fino a 100 anni” (che poi basterebbe chiedere a mia nonna, dato che ne compie 101!), e ora che ho trovato la ricetta perfetta (per me…ovvio, non per Cracco) per due persone, ve la lascio di seguito.

1 uovo grande
30 gr (due cucchiai) di zucchero di canna o grezzo
30 gr di burro
240 gr (una tazza) di latte fresco parzialmente scremato
130 gr di farina 00 (in foto vedrete la farina di farro perchè ovviamente mi sono dimenticata di comprarla dopo averla finita)
1\2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (perchè un’altra volta avevo dimenticato di comprare il lievito e ho scoperto che a questo punto è meglio evitarlo sempre sostituendolo al bicarbonato)
semi di lino

1

Sbattere l’uovo con lo zucchero e successivamente unire il burro fuso.

2

Aggiungere il latte e alla fine la farina setacciata e il bicarbonato.

3

Se piacciono, unire al composto i semi di lino. Io li proverei anche con delle gocce di cioccolato in sostituzione ai semi, ma ancora non so dirvi quale potrebbe essere il risultato.

4

Con un mestolo mettete su un pentolino antiaderente, a fiamma bassa, il composto per un pancake. A seconda dello spessore possono uscire dai 6 agli 8 pancake.

Farcite come meglio preferite. Io solitamente ne faccio uno con la Nutella, uno con la marmellata e due con sciroppo d’acero e frutti di bosco…ma forse così si esagera un po’!

Arancia e Cannella

Giornate fredde e soleggiate qui a Milano, che fanno venir voglia di sapori ancora autunnali, nonostante l’autunno ce lo siamo lasciati alle spalle…e a dispetto della nuova produzione color pastello che sa di primavera.

Ma la fortuna di produrre tutto handmade è proprio questa: la mia fashion week può ancora aspettare insieme al desiderio di presentare le novità.

1 2 3 4 5 6