Ravioli di ricotta e limone con pesto di zucchine, menta e mandorle

1Come ogni volta che pubblico ricette premetto che non sono né una cuoca, né un’esperta di cucina, né nulla che ci si avvicina, però mi piace sperimentare e quando scopro che qualcosa mi piace, semplicemente la ripropongo.

In questo caso ho provato a realizzare un piatto prendendo spunto da più ricette e unendo il tutto: partiamo dai ravioli.

Per la pasta: 100 gr di farina di semola, 50 gr di farina integrale, 1 uovo e acqua q.b. (vi verranno circa 24 ravioli…a casa mi se magna, quindi per me sono 2 porzioni).

Per il ripieno: 350 gr di ricotta fresca di capra, scorza e succo di limone (assaggiate e mettete la quantità che è di vostro gradimento), 50 gr di pecorino grattugiato, 15 foglie di menta sminuzzata, sale.

Una volta stesa la pasta e fatti i ravioli (io uso un coppapasta per la forma e una forchetta per chiudere i bordi), mettete sul fuoco l’acqua per cucinarli e dedicatevi al pesto.

Per il pesto: 2 zucchine sbollentate in acqua bollente per 2 minuti e poi messe in acqua fredda per bloccare la cottura (se sono grosse togliete un po’ del bianco dell’interno), una decina di mandorle, 6 foglie di menta, sale, olio e pecorino q.b.

Se vi accorgete che è troppo denso aggiungete un po’ di acqua di cottura.

Tritare il tutto nel mixer e una volta pronto unitelo in padella ai ravioli che saranno pronti dopo nemmeno 4/5 minuti in acqua bollente (ovviamente le tempistiche sono indicative, dipende da quanto spessa è la pasta del raviolo).

Sarà l’aroma del limone e della menta, ma nonostante il raviolo è un piatto che sa di estate. Buon appetito!

 

Annunci

Foglie di salvia in pastella

Processed with VSCO with t1 preset

Con l’arrivo della primavera non riesco a fare a meno delle mie piantine di aromi sul terrazzo. In realtà quest’anno ho dovuto riseminare solo il basilico, ma menta, salvia e rosmarino sono sopravvissuti…e mi chiedo anche come.

La salvia si è praticamente impossessata di metà terrazzo (l’altra metà apparteneva già alla menta) e vedendo queste fogliolone non ho potuto resistere, ho voluto provare quella ricetta di cui tanto ho sentito parlare ma che non ho mai assaggiato: foglie di salvia fritte in pastella. E così, ho iniziato a sfoltire la mia piantina!

 

Processed with VSCO with t1 preset

Quindi, tagliate, lavate ed asciugate le vostre foglie.

Preparate la pastella con:

1 uovo

2 cucchiai abbondanti di farina

2 dita d’acqua (basteranno per circa 15 grosse foglie di salvia).

 

 

Salate prima le foglie ed intingetele dal gambo nella pastella (lasciatele sgocciolare un po’ prima di immergerle nell’olio caldo). Una volta immerse friggetele per un minuto girandole da entrambi i lati. Gustale calde, quando la frittura è ancora croccante…buon appetito!

Processed with VSCO with f2 preset