“Buona la Prima”

0

E’ la prima volta anche in questo caso, ma vi garantisco che se non fossero venute bene ci avrei riprovato più volte prima di postarle.

Ecco la ricetta delle pappardelle integrali ai funghi e salsiccia:

100 gr di farina integrale

100 gr di farina di semola

1 uovo

1 bicchiere d’acqua

Create una fontanella centrale dopo aver mischiato le due farine, inseritevi l’uovo ed iniziate ad impastare aiutandovi con l’acqua. Una volta che il composto è pronto avvolgetelo con della pellicola e lasciatelo riposare una mezz’ora.

Nel frattempo pulite e tagliate i funghi (meglio se porcini). Procuratevi della salsiccia, uno spicchio d’aglio, olio, sale e prezzemolo.

Passata la mezz’ora aiutatevi a stendere un foglio di pasta con il mattarello, facendo attenzione a mantenere lo stesso spessore su ogni parte. Il segreto di mia nonna per vedere se la sfoglia fosse pronta era soffiarvi di lato e vedere se la pasta crea un’onda alzandosi dal tagliere…la mia sfoglia è pronta!

Arrotolatela e tagliate delle strisce in egual misura. Srotolate i vostri rotolini di pasta ed il gioco è fatto.

Ora, mentre mettete l’acqua a bollire e salatela, soffriggete l’aglio e aggiungete la salsiccia, fatela rosolare bene e poi unite i funghi. Aiutate la cottura aggiungendo l’acqua della pasta, meglio abbondare ed aggiungere un po’ di farina per creare una sorta di cremina. Fate bollire la pasta per 5/8 minuti (dipende dallo spessore). Scolateta e versatela nella casseruola con la salsiccia e i funghi. Pepate e salate a vostro piacimento…e poi ditemi che non è una prelibatezza!

Annunci

Due scatti ai cavoli prima di ridurli “in polpette” :)

2

A questo modello ho deciso di dare subito un nome. Spesso creo degli orecchini nuovi e sono indecisa se inserirli o no a catalogo, faccio delle statistiche, vedo se piacciono. Quando ho indossato questi ho pensato (con la modestia che non mi appartiene): “come fanno a non piacere, io se li vedessi li comprerei!”…e così vi dico già che si chiamano Aida, che sono eleganti e che se io li ricevessi come regalo di Natale mi piacerebbero.

5 4 3 1

Mani in pasta

1

Questa è la prima volta che provo a fare le orecchiette senza un supervisore e devo ammettere che il risultato non è malvagio. In una domenica pomeriggio in cui mi sono presa una pausa dalla mia produzione di orecchini, ho deciso di sporcarmi le mani…non con la solita colla, ma con acqua e farina!

2 3

Solitamente mi servo di qualche tutorial di YouTube, ma questa volta ho provato ad andare a memoria, cercando di riprodurre quel gento che ho visto fare centinaia di volte da mia nonna e da mia madre.

4 5

Anche in questo caso ho cercato di personalizzare la pasta utilizzando una farina integrale,

per provare a renderle un po’ più digeribili.

6 7

Essendo stata la mia prima volta non sono di certo tutte identiche…ma sapete che soddisfazione vederle nel piatto!

8

Morbidissima torta cioccolato e pere

_MG_1178

Le quantità esatte degli ingredienti di qualsiasi mia torta sono il risultato di una fusione di più ricette prese da vari blog, rivisitate, provate e riprovate, finché la miscela perfetta non dà vita ad una torta che “più buona non si può, la posso pubblicare”.

Ecco gli ingredienti per una gustosissima e morbidissima torta cioccolato e pere.

_MG_1163

2 uova

100 gr di zucchero

100 gr di burro

200 gr di cioccolato fondente

1 bustina di lievito

6 amaretti (se si gradiscono)

100 gr di farina

2 pere kaiser

Rompiamo le due uova intere e uniamole allo zucchero. Aggiungere il burro e il cioccolato fusi entrambi a bagnomaria.

Unire il lievito e la farina setacciati.

Pulire le due pere e tagliarle a pezzetti e unirle al composto, io solitamente lascio metà pera per le decorazioni.

Infornare a 180° per 40 minuti.

_MG_1168 _MG_1170

 

Parure color mattone

0_a

Durante le vacanze mi dedico sempre alla creazione di nuovi modelli: vi do un anticipo di quella che sarà la collezione autunnale.
Forse è un po’ presto per chiudere il capitolo “estate 2015”, ma essendo rientrata nei pressi di Milano da qualche giorno e viste le temperature, non mi resta altro che anticipare i tempi.

_MG_0125

1

2_a

3_a

Aspettando Beatrice

8

Esiste un mestiere più bello del fotografare pancioni e neonati? No! A parer mio non c’è nulla di più piacevole.

Questa è la prima esperienza con due ragazzi che non conoscevo nemmeno di vista. Che dire…ho capito che “da grande” vorrò circondarmi di queste coppie. Ringrazio loro e chi in futuro magari me ne darà ancora la possibilità.

20 18 16 5 4 7

2

12 11 10 9 5 14

6

3 13