Due scatti ai cavoli prima di ridurli “in polpette” :)

2

A questo modello ho deciso di dare subito un nome. Spesso creo degli orecchini nuovi e sono indecisa se inserirli o no a catalogo, faccio delle statistiche, vedo se piacciono. Quando ho indossato questi ho pensato (con la modestia che non mi appartiene): “come fanno a non piacere, io se li vedessi li comprerei!”…e così vi dico già che si chiamano Aida, che sono eleganti e che se io li ricevessi come regalo di Natale mi piacerebbero.

5 4 3 1

Parure color mattone

0_a

Durante le vacanze mi dedico sempre alla creazione di nuovi modelli: vi do un anticipo di quella che sarà la collezione autunnale.
Forse è un po’ presto per chiudere il capitolo “estate 2015”, ma essendo rientrata nei pressi di Milano da qualche giorno e viste le temperature, non mi resta altro che anticipare i tempi.

_MG_0125

1

2_a

3_a

Accessori per l’estate

_MG_9598

Non sono un’amante delle collane, indosso sempre e solo un punto luce.

O meglio, mi piacciono, ma trovo sempre dei difetti:

– o è troppo lunga e sbatte sul tavolo dell’ufficio

– o pesa troppo

– o ha il gancio che tira i capelli

– o d’estate mi fanno caldo e d’inverno mi fanno freddo…

Sì, insomma, ne ho sempre una, ed è il motivo per cui all’inizio creavo solo orecchini. Ora continuo ad avere gli stessi problemi, ma dopo aver disegnato e visto al collo le mie collane…forse inizia a piacermi anche questo accessorio.

_MG_9604_MG_9549

E’ tempo di lavanda

4

Non vedevo l’ora di poterla immortalare, non la collana, la lavanda…anche se onestamente il mio mazzo risale alla Fiera dell’Artigiano di dicembre. Per l’occasione ho creato un nuovo accessorio, disegnato interamente da me, pensato, progettato e modificato interamente da me. Una collana che terrò per me, perché spero che sia la prima di una lunga serie. Spero piaccia anche a voi come piace a me!

2

5 3

Princess Matilde

7

Grazie ad un’amica mi è stata data l’opportunità di scattare qualche foto ad una splendida e morbidosa babymodella, molto poco collaborativa, ma che rende bene l’idea di quelle che sono le nuove fascette per bimbe (da indossare…o da mangiare), interamente create a mano.

Solo ora capisco la difficoltà delle professioniste che hanno scelto di specializzarsi in un mestiere che prevede la collaborazione dei più piccoli: lei non è stata ferma un secondo e di un centinaio di foto, credo che solo un paio siano venute come dovevano. Certo è che il divertimento è assicurato. Care fotografe professioniste, avete tutta la mia solidarietà, ma anche tutta la mia invidia!

2 1 3 4